18 novembre 2017 | by Redazione Calabria IDV
Idv Reggio: fare chiarezza e ottenere la proroga dei fondi

Anche a voler pensare che una serie di equivoci e di incomprensioni abbiano impedito che si venisse in possesso del “progetto definitivo” dell’Autoporto, opera che – ribadiamo – costituisce il primo importante tassello per risolvere il problema dell’attraversamento, rimane incomprensibile la stasi politico-amministrativa che la maggioranza di “Siclari” vorrebbe addebitare a quanti, dentro e fuori […]

Anche a voler pensare che una serie di equivoci e di incomprensioni abbiano impedito che si venisse in possesso del “progetto definitivo” dell’Autoporto, opera che – ribadiamo – costituisce il primo importante tassello per risolvere il problema dell’attraversamento, rimane incomprensibile la stasi politico-amministrativa che la maggioranza di “Siclari” vorrebbe addebitare a quanti, dentro e fuori il Consiglio Comunale, si stanno battendo per il ripristino delle regole democratiche e per la modernizzazione di questa città.C’è ormai non solo il sospetto, che un disegno che ha dell’incredibile ruoti intorno a questo ormai famigerato “Decreto Emergenza” che induce a ritenere una volontà colpevole di rendere questa città sottomessa e priva e di qualsiasi potere autarchico.D’altro canto, anche opere meno complesse, come l’area di parcheggio di via Bergamo, il cui progetto definitivo era stato approvato dal Consiglio Comunale nel 2007 e inserito in un più ampio piano di sosta, che addirittura il Ministro dei Trasporti aveva autorizzato a realizzare con i fondi del Decreto Emergenza che non è stata concretizzata, mentre al 31 dicembre oltre 11 mln dovranno essere restituiti.Ora vorremo capire chi e quanti siano i cittadini plaudenti e soddisfatti di questo stato di fatto, che la “coalizione dell’inganno” ha regalato alla città. Forse quelli del quartiere “Immacolata”, soffocati dalle lamiere delle auto dei pendolari? O gli stessi pendolari costretti a rincorrere parcheggi di fortuna, privati di un servizio di sosta adeguato e di un accordo sui costi di attraversamento che comprendesse anche la sosta?  Oppure i “mercatali”, relegati in una zona periferica della città? O gli autotrasportatori obbligati a soste insicure e di fortuna in autostrada? O donne, anziani e bambini obbligati a lunghe code senza la minima assistenza? O, ancora, la città tutta che piange i propri cari mentre la politica fa “spallucce”?Insomma, un danno incalcolabile che i cittadini, giustamente, addebitano alla ignara Polizia Locale, costretta agli straordinari non pagati e comunque in numero mai sufficiente a fronteggiare le mille emergenze, contemperandole con le incombenze istituzionali.E ancora, tuttavia, ci si batte per realizzare un “Polmone” di 8.500 mq che nelle carte non esiste più, come afferma il Dipartimento della Protezione Civile che, ben che vada, potrà solo portare una condanna della Corte dei Conti a quanti decideranno di firmare per il riavvio dell’opera.Ora, tuttavia, non è il momento di soffermarsi sulle singole responsabilità ma di fare chiarezza e operare speditamente per ottenere la proroga immediata dei finanziamenti, scongiurando la prospettiva del disastro per questa città dimenticata dalla propria classe politica.Proprio per questo, lunedì mattina, alle ore 11,30 è stata indetta una conferenza stampa presso il Centro Sociale “Baden Powell”, alla quale parteciperanno il senatore di IDV, Francesco Molinari ed alla quale ha assicurato la presenza anche l’Avv. Angela Marcianò, componente della Segreteria Nazionale del Partito Democratico.

 

Comments are closed


Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Ultimi Tweet
Italia dei Valori - Sicilia | Tutti i diritti riservati ©